Monthly Archives: febbraio 2014

Home »  2014 »  febbraio

Il Rock in Roma è una manifestazione musicale che si svolge annualmente a Roma presso l’Ippodromo delle Capannelle nei mesi di giugno, luglio ed agosto. Non è concepito come un classico festival ma come una vera e propria manifestazione musicale nella quale, nell’arco temporale di un mese circa, si esibiscono artisti internazionali ed italiani. Il Rock in Roma si conferma come best major festival italiano, complice la vasta programmazione, le scenografie affascinanti e la presenza nel cast di un’ eccezionale miscela adeguatamente integrata composta da artisti storici del rock mondiale, alcuni tra i più attesi brand new artists del panorama musicale attuale, e i migliori artisti rappresentativi di generi musicali eterogenei che spaziano dal metal alla techno, dal rap all’elettronica, dal classical pop all’alternative indie. Il festival prevede circa 60 giorni di attività con 20-25 concerti in programma, e attende circa 300.000 mila spettatori. Artisti principali del festival: Bruce Springsteen and The E Street Band, The Cure, Radiohead, Blur, Neil Young and The Crazy [...]

Il film da Oscar di Paolo Sorrentino è un invito. C’è una capitale mai vista di palazzi segreti, osterie autentiche, vicoli nascosti e tesori sotterranei. Da scoprire con le dritte da dandy romano   Ci voleva un film. Se anche il 2 marzo non si porterà a casa l’Oscar, La grande bellezza di Paolo Sorrentino ha già un merito. Far riscoprire al mondo, con occhi nuovi, la città italiana più amata ma anche, paradossalmente, sconosciuta. Dietro la Roma delle cartoline la capitale della vera, grande bellezza è nascosta in cortili e palazzi quasi sempre chiusi al mondo, giardini segreti e scorci che anche i romani hanno dimenticato. Come Villa Torlonia dove, ai giochi liberty della Casina delle Civette e ai sotterranei dipinti si affianca ora il Teatro delle Meraviglie, un padiglione-serra ottocentesco con eclettici giochi architettonici e affreschi trompe-l’œil. Imperdibili anche il colonnato vaticano del Bernini, il cui restauro completo è appena terminato – 284 colonne doriche, [...]

A pochi chilometri da roma, circa 20, una “vera” città dell’antichità giunta fino ai giorni nostri merita una visita e mezza giornata può bastare per visitarla tutta .Si prende il treno che và al lido di Ostia e si scende a Ostia antica. A 5 minuti dalla stazione c’è l’ingresso della zona archeologica. E’ l’antico porto di Roma riportato alla luce da scavi tecnicamente ben eseguiti che da l’idea perfetta della vita quotidiana degli antichi romani. Nulla da inviadiare a Pompei ed Ercolano. Il sito è molto grande e per visitarlo ci vogliono almeno 4/5 ore. All’interno c’è un piccolo museo e un punto ristoro. Il sito è molto bello, la zona del teatro è veramente spettacolare. I mosaici visibili e ben conservati. L’antica città è un esempio magnifico dell’evoluzione del modo di vivere dei romani nell’arco di otto secoli, gli scavi si trovano nel verde, vicino al mare di Ostia e [...]

I Capolavori del Musée d’Orsay in mostra al Complesso del Vittoriano di Roma. L’esposizione porta per la prima volta a Roma straordinarie opere realizzate tra il 1848 e il 1914 dai grandi maestri francesi, Gauguin, Monet, Degas, Sisley, Pissarro, Van Gogh, Manet, Corot, Seurat e molti altri, proponendo un percorso artistico che – attraverso una selezione di settanta opere – parte dalla pittura accademica dei Salon e attraversa la rivoluzione dello sguardo impressionista fino ad arrivare alle soluzioni formali dei Nabis e dei Simbolisti. “Musée d’Orsay. Capolavori”, curata da Guy Cogeval e da Xavier Rey, è articolata in cinque sezioni: la prima è incentrata sull’arte dei Salon, nucleo originario della collezione; la seconda illustra il rinnovamento della pittura di paesaggio ad opera della Scuola di Barbizon, che apre la strada allo studio impressionista della natura; quindi la sezione dedicata alla modernità ritratta dagli impressionisti, che conferirono dignità di genere a balli, scene [...]

Se Napoli è Pulcinella, Roma a Carnevale è Rugantino, il classico bullo de’ Trastevere, “svelto co’ le parole e cor cortello”, anche se alla fine è tutta apparenza, una maschera appunto, perché il Rugantino, quello che c’ha la ”ruganza”, ovvero “arroganza”, “in fonno in fonno, è bbono de core”. A Roma il carnevale si festeggia in via del Corso, con spettacoli della Commedia dell’arte, le sfilate in maschera, la festa dei moccoletti e la famosa corsa dei cavalli berberi (in attesa di conferma). Via del Corso, la via principale del centro storico di Roma, la riga retta che corre tra Piazza Venezia e Piazza del Popolo (di certo tra le più belle piazze della città), deve il suo nome alla Corsa dei Barberi, un vero e proprio palio cittadino, una corsa di cavalli, che rappresentava l’evento più importante del Carnevale Romano. Promossa da Papa Paolo II, venne abolita dal re Emanuele II nel 1874, [...]

Visto lo straordinario successo delle recenti edizioni con il Foro Italico sempre esaurito, chi non vuole perdersi lo spettacolo farà bene a prenotare ed acquistare al più presto abbonamenti e biglietti. La FIT ha infatti deciso di partire con la prevendita proprio per agevolare i tanti appassionati che, come quest’anno, vorranno seguire da vicino le gesta dei protagonisti e delle protagoniste più acclamati del circuito mondiale. E’ già possibile dunque scegliere i posti migliori, o magari offrire a chi condivide la stessa passione per il tennis, un regalo originale ed apprezzato. Come nel 2013 il Torneo avrà la formula del “combined event”, con le prove maschile e femminile nell’arco di nove giorni. Nella stessa giornata, dunque, come avviene nei quattro tornei del Grande Slam, sarà possibile ammirare Nadal, Federer, Djokovic, Murray, applaudire le protagoniste del circuito femminile, dalla Sharapova a Serena Williams, dalla Azarenka alla Radwanska, e tifare per tutti [...]

Il Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo riflette le alterne e numerose variazioni d’uso della sua sede e può essere considerato, al contempo, monumento, area archeologica e museo. Quest’ultima accezione è determinata dalle eterogenee collezioni qui confluite in diversi momenti. Il Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo si arricchisce di un ulteriore spazio espositivo di grande interesse dedicato alla storia di Castel Sant’Angelo. Nelle salette di Alessandro VI, appena restaurate e parte integrante di un progetto di riqualificazione e valorizzazione del museo, l’esposizione si snoda attraverso una serie di incisioni, stampe, dipinti, e disegni ricostruttivi, per illustrare le tante, diversificate, spesso fraintese fasi storiche che hanno, nel corso della sua storia millenaria, modificato, condizionato, mutato il monumento. Articolata in quattro sezioni, la storia di Castel Sant’Angelo è illustrata da stampe d’epoca, vedute scenografiche e interessanti ricostruzioni ideali del monumento, così come suggerite dalla fantasia di artisti e architetti del Rinascimento, dalla sua edificazione [...]

Il negozio, nasce all’interno della struttura dell’ex air terminal dell’Ostiense, costruito dall’architetto Julio Lafuente, per i Mondiali di calcio del  ’90. Quattro piani, 23 punti ristorazione, 15 reparti cibi freschi, 40 aree didattiche e 8 aule scolastiche. 17.000 mila metri quadrati e 14.000 prodotti in vendita. All’interno di Eataly Roma ogni reparto di vendita è preceduto da aree, chiamate didattiche ed emozionali, attraverso le quali si racconta ai clienti la storia, la cultura e le caratteristiche dei prodotti. All’interno di Eataly Roma trovate: LA FABBRICA DI BIRRA: una vera e propria piccola fabbrica di birra che produce dal vivo le birre artigianali ideate da Leonardo di Vincenzo, Teo Musso e Sam Calagione. L’ammostamento, la filtarzione, la fermentazione: tutto osservabile dal vivo per vedere e capire come nasce una grande birra. PANE A LEGNA: il forno a legna con piano rotante di tre metri e tutte le lavorazione a vista. Vedete [...]

Domenica 23 marzo 2014 vi aspettiamo per la XX edizione della Maratona di Roma che partirà alle 9.00 da Via dei Fori Imperiali e coinvolgerà circa 60 mila atleti di ogni livello. Per l’occasione il centro storico sarà chiuso al traffico per permettere la realizzazione dell’evento che attraverserà le strade più belle e i luoghi più emblematici della Città Eterna, come i Fori Imperiali, San Pietro, San Paolo Fuori le Mura, Piazza Venezia, Bocca della Verità, Castel Sant’Angelo, Foro Italico, Piazza di Spagna, Fontana di Trevi. Come da tradizione, la grande festa che interessa tutta la città si completa con migliaia e migliaia di protagonisti della RomaFun – “La Stracittadina”, la prova non competitiva di 4,7 km che permetterà a tutti di sentirsi parte dell’evento. Per sapere come iscriversi alla maratona ed avere maggiori informazioni sull’evento, vi invitiamo a visitare il sito ufficiale www.maratonadiroma.it

Le catacombe di Priscilla si trovano lungo la via Salaria, con ingresso di fronte a Villa Ada, a Roma. Il nome deriva probabilmente dal nome della donna che donò il terreno per la realizzazione dell’area sepolcrale, o dalla sua fondatrice. Nel cimitero è conservata un’iscrizione funeraria relativa a una Priscilla, imparentata con la famiglia senatoria degli Acilii. Le catacombe vennero scavate nel tufo a partire dal II secolo e fino al V secolo, quando raggiunsero la struttura definitiva, che si sviluppa complessivamente per 13 chilometri di gallerie sotterranee. Nell’antichità venne soprannominata “La Regina delle catacombe” a causa dei numerosi martiri sepolti. Nell’indice degli antichi cimiteri cristiani di Roma (Index coemeteriorum) le catacombe sono anche indicate come Cimitero di Priscilla a San Silvestro, dal nome della basilica lì costruita nel IV secolo sul luogo di sepoltura dei martiri Felice e Filippo. Descrizione Durante le persecuzioni del III e del IV secolo le catacombe accolsero le spoglie di numerosi martiri (tra i quali un Papa, Marcellino) e, successivamente, di altri sei papi. Profonde 35 metri e [...]